venerdì 14 agosto 2015

Il castello di venerdì 14 agosto






ANCONA – Torre Clementina in località Portonovo

Fu fatta costruire nel 1716 da papa Clemente XI (nato Giovanni Francesco Albani, da Urbino), per avvistare e prevenire i traffici dei contrabbandieri e le scorribande dei pirati barbareschi, che, ancora nel 1700, continuavano a rappresentare un pericolo costante alla navigazione ed ai commerci della città di Ancona con gli altri centri della costa adriatica, sia nel versante italiano che in quello orientale, e con i porti commerciali del Mediterraneo. Eretta in posizione avanzata per sfruttare appieno il "gomito" naturale del Conero, dall'alto di essa i soldati riuscivano a sorvegliare un ampio tratto di costa. Dopo l'Unità d’Italia la torre fu acquistata dal poeta e imprenditore Adolfo De Bosis; divenne con gli anni un luogo di ritiro di poeti, ospitando anche il martire della libertà Lauro de Bosis, ultimo dei sette figli di Adolfo, e il vate Gabriele D’Annunzio, coetaneo e grande amico di Adolfo. Ai soggiorni di D'Annunzio fa riferimento il romanzo di Pelagio D’Afro “L'acqua tace”, ambientato a Portonovo. La Torre di Guardia di Portonovo, nota anche come Torre de Bosis, è tuttora di proprietà degli eredi della sua famiglia. Sulla sua facciata si trova ancora lo stemma di Papa Albani con sottostante lapide recante la dicitura "Clemens XI Extrui iussit 1716". Oggi la torre, una delle strutture più caratteristiche della Riviera del Conero, è la sede di un'associazione culturale e viene aperta al pubblico solo in occasione di particolari eventi culturali. Sulla terrazza è possibile ammirare un panorama mozzafiato sulla Baia di Portonovo. Ecco un video dedicato al monumento (di ETVMARCHE): https://www.youtube.com/watch?v=bWFU71IEGMw


Foto: la prima è una cartolina della mia collezione, la seconda è presa da http://www.rivieradelconero.tv/Media/Attractions/73_torre-1.jpg

Nessun commento: