giovedì 23 marzo 2017

Il castello di giovedì 23 marzo






SAN FELICE CIRCEO (LT) - Torre dei Templari

Dopo la caduta dell’impero romano la zona perse importanza e quindi scarse sono le notizie riguardanti il Circeo. Ebbe inizio un periodo buio,caratterizzato dalle incursioni barbariche e soprattutto dalle scorrerie dei pirati Saraceni che, giunti nel IX secolo, riuscirono ad insediarsi stabilmente per circa 30 anni nella zona del Garigliano. Le fonti medievali spesso menzionano la Rocca Circeii considerandola una delle rocche più sicure dello Stato Pontificio. Essa doveva ricalcare il perimetro dell’antica Circeii e forse si sviluppava tra l’attuale palazzo comunale e la Torre dei Templari. Dalla metà del XII secolo comparve una nuova denominazione: Castrum Sancti Felicis, forse per designare che nella cinta muraria vivevano anche persone civili oltre che militari.
Agli inizi del 1100 il Circeo passò nelle mani dei Frangipane che se ne impossessarono con la violenza. Nel 1240 papa Gregorio IX cedette la Rocca Circeii ai Templari che dovevano difendere il litorale dagli attacchi dei pirati algerini e tunisini, e che rimasero al Circeo per circa venti anni, costruendo la Torre dei Templari e il Convento. Verso la fine del secolo il castrum cadde sotto il dominio degli Annibaldi che a loro volta, nel 1301, lo vendettero a Pietro Caetani, nipote di Bonifacio VIII. La famiglia Caetani ne rimase proprietaria per circa 400 anni, con una piccola interruzione di circa trent’anni. Il feudo nel 1713, fu venduto da Michelangelo Caetani al principe Francesco Maria Ruspoli che cinque anni dopo lo dette in dote a sua figlia andata sposa ad un Orsini. Dopo soli due anni essi dovettero ricederlo alla Reverenda Camera Apostolica che lo vendette, dal 1808 al 1822, al Principe Stanislao Poniatowsky. Il principe fece costruire alcuni edifici tra cui il Casino di Caccia, attuale villa Bocchi, e l’ultimo piano del palazzo baronale. Dopo la parentesi Poniatowsky il feudo tornò nelle mani della Reverenda Camera Apostolica fino all’unificazione d’Italia nel 1870. La Torre dei Templari fu costruita, tra il 1240 e il 1259, dai monaci templari durante la loro permanenza sul promontorio. Situata nel centro storico del paese, è accessibile dal cortile dell'attiguo Palazzo baronale, che è stato eretto nel XIV secolo inglobandone parzialmente le strutture. Sulla torre fu fatto istallare dal principe Poniatowsky, ai primi dell’Ottocento, il caratteristico orologio che precedentemente si trovava sul portone d’ingresso proprio del palazzo baronale. L’edificio medievale, testimonianza della presenza dell’ordine religioso in terra pontina, è stato di recente oggetto di un intervento di restyling, ma i problemi dell’orologio che domina pizza Vittorio Veneto e che per decenni ha scandito l’ora nel centro storico non erano stati risolti. «Nonostante i continui e diligenti interventi da parte di personale altamente qualificato, data la sua vetustà, - si legge in una determinazione del settore Lavori Pubblici – necessita di continue e costose manutenzioni. Ciò, oltre a far sorgere continue lamentele tra la popolazione, degrada di molto le caratteristiche storiche e architettoniche della torre dei Templari». Pertanto nel 2015 si è deciso di intervenire facendo installare un nuovo orologio da torre monumentale con suoneria particolare di ore e mezze ore, con un quadrante esterno a sei ore e con il cambio automatico tra ora legale e solare. Oggi la torre ospita un servizio di informazioni, una mostra di sintesi dei valori ambientali e culturali del Parco Nazionale del Circeo e, al primo piano, la Mostra permanente "Homo Sapiens et Habitat", una raccolta di testimonianze dell'epoca preistorica provenienti dal litorale pontino. Dal 2007 ospita anche la collezione dell’attrice Elsa De Giorgi, donata al Comune di San Felice Circeo.

Fonti: http://www.comune.sanfelicecirceo.lt.it/manifestazioni/manifestazioni_action.php?ACTION=uno, http://www.latinaoggi.eu/news/circeo/4322/riapre-la-torre-dei-Templari.html, http://www.prolococirceo.it/index.php?option=com_content&view=article&id=452:la-collezione-di-elsa-dei-giorgi-presso-al-torre-dei-templari&catid=132:circeo&Itemid=627&lang=it, http://www.tesoridellazio.it/pagina.php?area=I+tesori+del+Lazio&cat=Rocche+e+torri&pag=San+Felice+Circeo+(LT)+-+Torre+Templare

Foto: la prima è una cartolina della mia collezione, la seconda è di CHAGO su http://www.viaggiscoop.it/diari_di_viaggio/europa/italia/diario_di_viaggio_italia_12232.ashx

Nessun commento: